VENETKENS

Te ricòrdo, nòme antigo scavà sul duro

Su sta piera

Łe me raixe łe xe al sicuro.

Rispèto ła to tèra,

Ła me tèra

E su de ti costruiso el me futuro.

(estate 2018, per la cerimonia tenutasi a Castel di Godego in ricordo della Stele di Isola Vicentina scolpita millenni fa da uno sconosciuto «Iats, venetkens osts ke enogenes laions». La dicitura della stele, in alfabeto veneto antico, può essere interpretata come «Iats, Veneto (come) straniero/ospite e nativo Laion» o in alternativa «Iats, dei Veneti straniero/ospite e nativo dei Laion» dunque un nativo di altra popolazione che era andato a vivere con i Veneti e aveva voluto incidere questa esperienza per sempre ).