Di frizione

(POESIA ALLA FRIZIONE)

ovvero la barriera autostradale

Ti premo
piano
Poi ti mollo
Poi ti premo
A volte con rabbia
a volte delicatamente.
Poi ti mollo
Mentre loro stanno fermi
noncuranti, lì vicino.
Solo tu,
basti.
Andiamo avanti.
Fra noi
il ritmo
intorno a noi
il mondo
un tempo interminabile
Di nuovo.
Folle.